Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone...

Alberi rari in città

domenica 22 aprile 2012

Gli Olmi, ed una straordinaria coincidenza

Parlando degli alberi non adatti o non presenti a Cagliari, nell'ormai lontano dicembre 2010 (post del 23/12/10 e precedente del 1 novembre), citavo fra gli altri l'Olmo, ed auspicavo che qualche vostra segnalazione mi consentisse di censire anche questa importante essenza in città.
Per una straordinaria coincidenza,  stasera ho ricevuto una segnalazione della presenza di Olmi in viale Marconi da parte di Matteo, dopo che in mattinata avevo "scovato" e fotografato un Olmo del quale vi parlerò.

Do doverosamente la precedenza alla mail di Matteo, che ringrazio molto per i complimenti e per l'attenzione con la quale dimostra di seguire il blog, nonchè per la segnalazione: ho consultato in merito quanto scrive il Maestro Vannelli, e quelli di viale Marconi sono effettivamente Olmi, dichiarati in cattive condizioni già dagli anni 80.
Dovrebbero essere Ulmus montana, Olmo montano, mescolati con Ulmus minor, Olmo campestre.

Ho anche scoperto, attraverso questo approfondimento, due motivi della rarità di questi alberi in città: una malattia determinata da un fungo, la grafiosi, che ne determina spesso la morte repentina, e l'invadenza dell'apparato radicale, che ha suggerito a molte amministrazioni comunali (fra cui evidentemente Cagliari) di abbandonare l'utilizzo di tale pianta, un tempo piuttosto diffusa. A questo aggiungiamo che il nostro clima impedisce agli Olmi di mostrare lo splendido vestito giallo autunnale, godibile invece nelle zone montane.

Detto tutto questo, vediamo adesso la mia scoperta odierna:

si tratta di un bell'esemplare piuttosto anziano, forse di Olmo campestre, che si trova in una proprietà privata e che aggetta sulla strada all'incrocio fra via Tempio e via Bosa.

L'alto muro di cinta e la ristrettezza degli spazi ne impedisce purtroppo la vista completa e l'esame delle foglie, ma gli ammassi dei frutti prodotti in questi giorni, che si ammucchiano  sulle stradine citate,  rendono l'identificazione immediata.

Nel particolare della fotografia a destra vediamo appunto i frutti, leggerissime samare alate di colore bruno chiaro con il seme al centro, pronte ad essere rilasciate dall'albero ed affidate al vento.

In conclusione, vi segnalo un'altra curiosa coincidenza: l'Olmo di questo post si trova nello stesso giardino nel quale avevo individuato a suo tempo alcuni grandi Platani (post del 26/12/10).