Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone... Alberi rari in città

post del 23 giugno 2011 - Aberia caffra
post del 27 settembre 2012 - Acer saccharinum
post del 11 agosto 2011 - Clerodendrum trichotomum
post del 25 gennaio 2011 - Ficus religiosa
post del 20 ottobre 2011 - Paulownia tomentosa

mercoledì 15 maggio 2019

Che belli i balconi fioriti!

Domenica scorsa c'è stata la premiazione di una bella iniziativa, "Balconi fioriti a Villanova", che intende da qualche anno promuovere il piacere, per chi vive o lavora nel quartiere, di coltivare fioriture e verde in generale, condividendo questo piacere con tutti.

Io conoscevo questa iniziativa, guidata da una struttura organizzativa competente e simpaticissima, e conoscevo altresì la vocazione già ampiamente dimostrata dal quartiere di dotarsi di verde esposto (post del 23/10/15 e del  20/4/17); quest'anno però è stato speciale, perché ho avuto l'onore ed il piacere di essere chiamato a fare parte della giuria che ha espresso i giudizi di merito sui vari balconi.

Vi rimando a Facebook ed alla pagina dedicata all'iniziativa, se siete interessati ad ulteriori dettagli, ma voglio presentarvi due balconi, molto diversi ma ugualmente belli, che sono stati classificati fra i primi 20, su un totale di più di 80 partecipanti.





L'abbondanza e l'allegria dei fiori è qui l'elemento dominante, ma si fa apprezzare anche la varietà, l'inserimento dei rampicanti, l'inquadramento nel contesto delle finestre e degli infissi. Siamo in via Eleonora D'Arborea.















E questo, più intimo ma altrettanto bello, in via Oristano. Balcone piccolo ma allestito con maestria, accostamento di colori molto gradevole, eleganti e vezzose tendine interne a fare da cornice.










Se vi ho suscitato il desiderio di fare una passeggiata nel quartiere per ammirare i lavori sono soddisfatto, era il risultato che volevo ottenere.  Spero naturalmente nel contagio di questa bella malattia, che porta ad abbellire i balconi, i davanzali, le finestre, i giardinetti, i fili per stendere, tutto quello che può rendere migliore la nostra città ed il nostro spirito. 

venerdì 10 maggio 2019

Il rosso a Monte Claro

Torniamo a Monte Claro, e torniamo ai Callistemon, che abbiamo citato, ma solo di sfuggita, recentemente (post del 28/4/19). Ci torniamo per un doveroso omaggio a questi splendidi arbusti fioriti, i Callistemon citrinus,  ed al parco che ospita gli esemplari odierni, esemplari che non avevo ancora presentato.







Guardate questo sentierino, e l'infilata di spighe rosse che lo abbellisce: serve qualche commento?





E, se non vi basta, ecco un altro scorcio, con il ruscello - abbastanza pulito - percorso da tartarughe d'acqua ed anatre: vogliamo essere orgogliosi, una volta tanto, di essere nella nostra città, e non in un giardino inglese o svizzero?

La grandezza del parco di Monte Claro, la varietà di specie arboree che lo abitano, e la buona cura con cui viene tenuto, fanno sì che le occasioni di incontri piacevoli  si moltiplichino, anche in diversi periodi dell'anno.










Infine, dato che oggi andiamo sul rosso, godiamoci questa Erythrina caffra (post del 13/5/13) che comincia a fiorire.

Certo, non sarà bella come i campioni di via De Gioannis o del Corso Vittorio Emanuele, ma questa ha il vantaggio di essere inserita nel mezzo di un prato verde, vuoi mettere?

sabato 4 maggio 2019

E, in cima alle scalette, la Aloe fiorita

Mettiamo che tu stiamo tornando a piedi dal fare spese nei dintorni di piazza Yenne, con buste pesanti, e che siamo diretti all'agognato recupero dell'auto nella zona delle Monache Cappuccine.  Abbiamo imboccato via Manno, e giriamo a sinistra per salire nelle scalette di via Spano.


Il fiatone comincia a farsi sentire da subito, già a guardarle dal basso. Allora il suggerimento è quello di fare tappa alla prima curva delle scale, ed ammirare i fiori affascinanti delle Aloe arborescens, in gruppo sui racemi in cima ai lunghi fusti.

I fiori della Aloe hanno colori variabili fra l'arancio ed il rosso, anche a seconda delle varietà, alcune delle quali fioriscono anche in inverno (post del 18/2/14,   25/12/18); queste di via Spano sono della varietà più comune, che fiorisce in primavera.





Allora, dopo aver ripreso fiato ammirando la Aloe dal basso, ci giriamo per affrontare gli altri gradini, e diamo un altro sguardo ai fiori, adesso con lo sfondo dei bastioni del Rettorato.

Ecco, siamo quasi arrivati all'auto, il battito cardiaco è sceso e l'umore è risalito, anche per opera del sorriso primaverile dell'Aloe che ci saluta dalle scale di via Spano.