Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone...

Alberi rari in città

venerdì 4 luglio 2014

Acacia eliminata, missione compiuta!

Non riesco ancora a crederci, ma lo hanno fatto. Quello che io paventavo fra il serio ed il faceto, in conclusione di un post recentissimo (post del 30/6/14), si è avverato. L'Acacia horrida in fiore dell'Istituto Nautico, aggettante sulla piazza Paolo VI, non esiste più. Ecco il confronto.

30 giugno 2014
4 luglio 2014

Avrei potuto incasellare questo post nella serie "Oggi ci siamo, domani......", ma sono troppo arrabbiato per prenderla in maniera scherzosa, e preferisco il sarcasmo.

Faccio notare che il cartellone 3x2 è cambiato, è nuovo, e adesso non viene più disturbato, qualcuno potrebbe dire, da quegli stupidi rami, per di più spinosi!


Possibile che i nostri amministratori della Provincia, dalla quale credo dipendano le scuole superiori per quanto riguarda la manutenzione, non abbiano avuto scrupoli di coscienza nell'eliminare un albero, bello,  che mi sembra non desse fastidio a nessuno? Perchè non hanno ragionato sul fatto che questo tipo di Acacia è ormai raro in città e nessuno ne pianta più? Se la causa è il cartellone, possibile che non si potesse percorrere la soluzione alternativa di spostare il cartellone? Se la causa era il pericolo delle spine, non si potevano potare i rami pericolosi? Se esiste una causa credibile, non ce la potrebbero cortesemente comunicare?

Domande inutili, che temo non avranno risposta. Cari concittadini, anche alla luce di quanto scritto in conclusione del post di ieri 3 luglio, questa è una ulteriore dimostrazione che la coscienza verde di chi ci amministra è assolutamente insufficiente: spetta a noi farci sentire, forte e chiaro!

Il sottotitolo del post dell'altro giorno era: quando la pubblicità offende la bellezza. Bene, quel titolo è superato. Ora possiamo ribaltarlo e dire:  la bellezza non offende più la pubblicità , perché la bellezza è scomparsa.