Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone...

Alberi rari in città

sabato 25 febbraio 2017

Le Palme di piazza Duomo

E parliamo ancora di Palme, sull'onda dell'attualità. Grandi polemiche, in queste settimane, sulle Palme di piazza Duomo, a Milano.

Polemiche in gran parte strumentali, legate a beghe politiche, ed in qualche caso segnatamente razziste e becere, con fotomontaggi di cammelli e beduini, e la convinzione che le Palme rientrino nella volontà dell'amministrazione di compiacere i migranti africani.

Lasciamo da parte queste polemiche, ed anche quelle legate al promotore Starbucks ed ai suoi interessi, e parliamo delle Palme in quanto tali.

A me non danno affatto fastidio, anzi; io apprezzo molto le Palme, sono un importante elemento di abbellimento del paesaggio urbano, anche per le piazze storiche, se ovviamente si rispettano certe proporzioni .

E poi, di che Palme stiamo parlando, fra le centinaia di specie esistenti? Qui noto un grande pressapochismo ed ignoranza giornalistica, purtroppo diffusi, che non aiuta il lettore a formarsi un giudizio nel merito.

Allora, occorre smentire una delle critiche, e cioè che sarebbero alberi inadatti al clima: a parte che a Milano vegetano, e bene, moltissime Palme, queste sono Trachicarpus fortunei, specie nota per la sua resistenza al freddo, e molto presente nelle regioni del nord Italia.

Fra l'altro la Trachicarpus è una nostra conoscenza, dopo che ne ho incontrato tantissime sul lago Maggiore (post del 2/7/14).


Ecco una foto che, oltre a quelle del post citato, riprende un gruppo di eleganti Trachicarpi nella splendida villa Taranto di Verbania.

Quindi, almeno da un punto di vista botanico, direi che si possano smontare le polemiche; resta poi da vedere l'adattamento della seconda pianta prevista ed attualmente in fase di piantumazione, il Banano. Su questa ho molti maggiori dubbi, ma non ne so abbastanza per esprimere un giudizio.