Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone...

Albizzia julibrissin, via Machiavelli
Catalpa bignonioides in fiore
Fiorellini di Parkinsonia aculeata
Sophora japonica, via Cugia
Sterculia diversifolia

giovedì 14 giugno 2018

Buoncammino: la vita stentata dei nuovi Ginkgo

La risistemazione di una parte del viale Buoncammino, portata a compimento nella seconda metà del 2015 (post del 8/7/15)  ha dato buoni esiti, e duraturi, per buona parte degli alberi presenti, dai tanti Bagolari lungo il viale al Ficus magnolioides ed alla Fitolacca di piazza Cannas, inizio del viale dopo porta Cristina e splendido palcoscenico amato dai cagliaritani e dai turisti.

Proprio la piazza Cannas rappresenta un punto strategico di incontro, di arrivo e di ripartenza, per chi entra o esce dal quartiere Castello; un posto magico, dove al fascino delle piante si unisce quello delle vestigia della storia cagliaritana, per non dire del panorama del mare e delle montagne di Capoterra.



Ecco a sinistra uno scorcio di panorama lontano mentre, vicino a noi, si affacciano il Ficus a sinistra e la Fitolacca a destra. Sì, ma al centro chi c'è, quasi invisibile? C'è uno dei due esemplari di Ginkgo biloba  che, insieme ad altri due in piazza Cardia, dovevano arricchire l'offerta di begli alberi di questo storico viale cagliaritano.

Solo che i Ginkgo non stanno andando affatto bene, come si vede dalla foto, ripresa all'inizio di giugno; sembra che la primavera per questo albero sia passata invano.




 E l'altro esemplare? Eccolo  a destra, poverino; qualche ciuffo di foglie tenta di venire fuori, ma non mi pare si possa essere ottimisti.

Quando avevo dato il benvenuto a questi alberi, nel 2016 (post del 29/5/16), avevo fotografato proprio questo esemplare, e mi pare che stesse decisamente meglio di oggi.

In quella occasione mi ero permesso di formulare alcuni suggerimenti per consentire ai nuovi Ginkgo di superare le difficoltà, già allora chiaramente emergenti, della nuova vita: ma, a giudicare dai risultati...
Si possono ancora salvare dalla morte o da una vita di stenti? Forse sì, se c'è la volontà.