Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone... Alberi in fiore, seconda serie

post del 18 luglio 2011 - Acacia Horrida
post del 3 maggio 2011 - Bauhinia
post del 10 ottobre 2012 - Chorisia
post del 17 giugno 2011 - Erythrina
post del 8 aprile 2011, Ippocastano

giovedì 20 giugno 2013

Altre due specie a Monte Urpinu

Oggi vi presento due alberelli del parco di Monte Urpinu, che vivono nel grande spazio alberato a  sinistra dello stradello lastricato che sale dall'ingresso posto al termine del viale Europa.

Si tratta di un Tiglio e di un Acero, che vanno ad accrescere le varietà arboree che vi ho già presentato, e giustificano ulteriormente il titolo di un precedente post (Solo vecchi Pini..... Ma mi faccia il piacere! del 27/9/12), di cui il post di oggi potrebbe essere considerato il seguito.


Ecco il Tiglio, Tilia europaea, nel suo insieme ed in un dettaglio, nel quale si distinguono le infiorescenze e le peculiari brattee di colore più chiaro. 
Il Tiglio, come sappiamo (post 1/11/10), non è albero adatto al nostro clima, ed è un peccato, perchè è un albero veramente bello ed imponente, dove può.


Discorso simile, sulla poca adattabilità al nostro clima, va fatto per gli Aceri. Comunque, dato che ce lo abbiamo e, seppure piccolo, appare sano, eccolo qua.

Uno dei metodi di riconoscimento delle varie specie di Acero sono i loro frutti, simpatiche farfalline (disamare) che si vedono nella foto a destra, e che abbiamo già notato sia per l'Acero negundo  (post del 17/5/11) che per l'Acero giapponese (post 26/4/11).

Ebbene, le disamare del nostro esemplare, che formano un angolo di 180 gradi, mi consentono di identificarlo per un Acero campestre, Acer campestre, nuova conoscenza del blog.

Alberi piccoli, magari non molto significativi, ma comunque due tasselli aggiuntivi di interesse ed apprezzamento del nostro storico parco di Monte Urpinu.