Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone...

Le piante che scappano di casa

}

giovedì 10 febbraio 2011

Piazza del Carmine

Per la serie "angoli di città" parliamo oggi di piazza del Carmine, che non è propriamente un angolo, avendo una superficie, rettangolare, di circa 5000 mq. E' infatti una delle piazze più grandi di Cagliari, ma soprattutto è una delle poche vere piazze, essendo stata progettata e realizzata come tale nell'800; questo la rende ancora più apprezzabile da parte dei cagliaritani, che la frequentano molto anche per il mercatino domenicale.

Fatta questa brevissima premessa urbanistica, veniamo al nostro interesse primario, e cioè alla descrizione delle piante che la abitano: come si vede dalla vista d'insieme a destra,
la piazza è circondata, in tutti i  4 lati, da maestosi Ficus Retusa (post del 3/11/2010), che la caratterizzano in maniera indissolubile,  e la cui presenza prosegue poi lungo il viale Trieste.
All'interno del perimetro di piazza costituito dal primo filare c'è poi un secondo filare, costituito anch'esso da Ficus però alternati con altre essenze.



Gli unici altri alberi di alto fusto sono alcuni esemplari di Washingtonia Filifera (post del 28/11/2010), come si vede nella foto a sinistra; nella stessa foto, a destra della palma, si nota un esemplare di Callystemon (post del 19/11/2010), adesso piuttosto spento, che si fa compagnia con diversi altri esemplari della stessa specie. Ancora più a destra, se ingrandite la foto, riconoscete un esemplare di palma nana (post del 28/11/2010) ed un cespuglio di Aloe Vera, cugina di quella del post del 31/1/2011.

Ci sono poi, vedi anche la foto a destra, molte altre palme ed assimilate, diverse Cycas purtroppo  malmesse (credo perchè maltrattate dalla inciviltà degli umani), alcune Dracaene ed alcune altre che non ho classificato.Altre palme, infine, nell'aiuola centrale, a fare da corona al piedistallo della statua.

Insomma una bella piazza anche dal punto di vista delle piante, se solo le aiuole fossero un po' più rispettate.