Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone...

Albizzia julibrissin, via Machiavelli
Catalpa bignonioides in fiore
Fiorellini di Parkinsonia aculeata
Sophora japonica, via Cugia
Sterculia diversifolia

domenica 26 aprile 2015

I grappoli d'aprile

Non si può far finta di niente di fronte all'esplosione dei grappoli di fiorellini bianchi e celeste/violetto che abbelliscono la città in queste settimane primaverili, per la soddisfazione della vista e dell'olfatto.

Parliamo di un albero, la Robinia pseudoacacia, e di un arbusto rampicante, la Wisteria sinensis o Glicine. Sono certamente diversi per portamento, ma molte cose li accomunano, a cominciare dall'appartenenza alla stessa famiglia, quella delle Leguminose, per proseguire con la fioritura di aprile, e con la somiglianza dei bellissimi grappoli di fiorellini, bianchi per la Robinia e celesti per il Glicine. Vi presento due esemplari interessanti.




Cominciamo dalla Robinia e da un bell'alberello di buona simmetria ( cosa non usuale per la Robinia) che si trova in via Galvani, e precisamente dove ha sede un Istituto di vigilanza, ed un tempo, riferimento per i non più giovani, si trovava la discoteca Bounty.




A destra un particolare dei grappoli; a parte la bellezza dei fiorellini papilionacei si notano le eleganti foglie composte ed anche alcuni legumi, residuo della fruttificazione passata.
Come già detto (post del 18/12/10) i fiori  della Robinia sono corresponsabili della produzione del cosiddetto miele di Acacia, a cui trasferiscono il delicato profumo.








Ed ecco il Glicine che mi ha colpito; questo non è in città, ma la città ne è piena e non avrete difficoltà ad ammirarne la fioritura (p.es. post del 5/4/11).

L'esemplare di Glicine della fotografia, per chi avesse dubbi sulle sue capacità di rampicante, ha aggredito addirittura un Pino da pinoli, e lo sta occupando fino a molti metri di altezza.