Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone... L'Orto Botanico, varietà e stagioni

post del 10 giugno 2011 - Dracaena draco
post del 23 luglio 2011 - Fior di Loto
post del 3 novembre 2010 - Ficus magnolioides
post del 5 settembre 2012 - Taxodium distichum
post del 26 ottobre 2012

venerdì 15 luglio 2016

Quanto pesa un cono?

Naturalmente non mi riferisco ad un cono gelato, ma, in linea con i nostri contenuti, al "frutto" delle conifere, e di una conifera in particolare che mi ha ispirato: una Araucaria bidwillii.

Questa Araucaria, che vi presento in estrema sintesi dato che non mi risulta la sua presenza a Cagliari (dove la specie dominante, come sappiamo, è quella excelsa) è di origine australiana, regione del Queensland, e tanto per cambiare raggiunge grandi altezze, fino a 40 metri ed oltre.

Una sua peculiarità è che i semi prodotti dai coni sono commestibili, sia crudi che arrostiti, e vengono consumati similmente ai nostri pinoli o ai semi di zucca.

Ma la Araucaria bidwillii  ha un'altra peculiarità, che è quella di cui vi voglio parlare oggi: il peso dei coni.


Ed ecco a sinistra quello che ha scatenato la mia curiosità: un cartello all'Orto Botanico di Pisa, infisso appunto ai piedi di una grande Araucaria di questa specie, piuttosto terrorizzante.

La cosa simpatica è che si sia creduto opportuno quantificare il peso, 10 Kg!, mentre in inglese ci si limita a parlare di grossi coni (ma si precisa che ci possono cadere sulla testa!)





Ed ecco l'Araucaria incriminata, da cui veniamo invitati a stare alla larga; in realtà, dato che anche una pigna da qualche etto farebbe il suo bell'effetto cadendo sulla nostra testa, e che nessuno pensa di mettere apposito avviso sotto ogni Pino che troviamo per strada, mi pare che il cartello abbia più che altro il significato di curiosità, di folclore o di scarico di responsabilità.




Quale che sia la ragione del cartello, la curiosità di vedere questi coni nasce, ed io sono qui per soddisfarla: ecco a sinistra la fotografia di un cono, tratto dalla voce inglese di Wikipedia dedicato a questa specie.

Accidenti se è grande! Forse, anche se le probabilità di caduta saranno modeste, è meglio seguire il consiglio e non appisolarsi lì sotto!