Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone... Alberi rari in città

post del 23 giugno 2011 - Aberia caffra
post del 27 settembre 2012 - Acer saccharinum
post del 11 agosto 2011 - Clerodendrum trichotomum
post del 25 gennaio 2011 - Ficus religiosa
post del 20 ottobre 2011 - Paulownia tomentosa

mercoledì 10 novembre 2010

Il micro-boulevard dei Bagolari

Tutti abbiamo in mente splendide immagini di passeggiate autunnali parigine (o londinesi o newyorkesi o......)   sopra un tappeto di foglie di platano o di altro grande albero spogliante: le abbiamo viste in qualche film, o create nella nostra mente leggendo un libro, e qualcuno di noi le ha anche vissute in prima persona. A Cagliari questa situazione non la possiamo vivere, vuoi per l'assenza di boulevard, vuoi per il nostro clima (troppo caldo, la caduta delle foglie è più diluita nel tempo e quindi meno "efficace"), vuoi perché non abbiamo alberi maestosi, vuoi per altre ragioni che non so, comunque non la possiamo vivere.

Però, se ci accontentiamo e sappiamo cercare, qualche bel quadretto autunnale c'è anche da noi. Io ve ne propongo uno che conosco e frequento, e lo propongo perchè non credo che sia molto conosciuto, se non dagli abitanti del quartiere di Genneruxi: si tratta del micro-boulevard pedonale che,  dallo slargo a destra del semaforo fra via Stoccolma e via Costantinopoli, conduce verso i binari del treno, in via Oslo. Questa strada è delimitata da due filari di Bagolari, Celtis Australis, piuttosto grandi, che in novembre organizzano appunto lo spettacolo, nel loro piccolo, del tappeto di foglie. Vale la pena di andarlo a vedere.

In città ci sono diverse altre piantagioni di Bagolari, e cito per esempio i filari di viale Regina Margherita e viale Buoncammino; questo albero si imbruttisce un po' in piena estate, perchè le foglie e le drupe (piccoli frutti tondi, che pare siano eduli, ma non mi assumo alcuna responsabilità!) si oscurano ed intristiscono, ma la nuova fogliazione primaverile apre il cuore.