Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone...

Le piante che scappano di casa

}

sabato 29 luglio 2017

Gli Aceri londinesi

Ogni tanto è bene parlare di questa grande famiglia di alberi, caratterizzata da specie con foglie meravigliose e frutti belli e speciali, le disamare.

Purtroppo, come già detto, sono alberi rari a Cagliari, anche se ne abbiamo scovato un certo numero.
In sintesi vi ricordo l'Acero negundo (post del 17/5/11  29/10/16 ), l'Acero giapponese  (post del 26/4/11 e del 17/5/11 già citato), l'Acero saccarino  e l'Acero campestre di Monte Urpinu (post del 25/9/15  e del 20/6/13 ). E non dimentichiamo l'Acero minore, ammirato nelle zone interne della Sardegna (post 29/10/14 ); certamente dimentico qualche post, ma non vi voglio togliere il piacere di "frugare" nel blog, se ne avete voglia. 

Se sono rari da noi, gli Aceri sono invece molto comuni nelle zone a clima continentale, sia in Italia che all'estero; per esempio Londra, dove sono stato di recente, ne accoglie in grande quantità, sia nei parchi che come alberature stradali. Vi presento alcuni esemplari londinesi, sperando così di facilitarvi il riconoscimento, dovunque doveste incontrare qualche albero appartenente alla famiglia.


Ecco un particolare di Acero platanoide che vive ai Kensington Gardens, dove notiamo sia la foglia che le disamare bianche ad ali larghe.

E' una delle specie più note e con la foglia più elegante, a cinque lobi con margine appuntito; assomiglia molto a quella rappresentata nella bandiera canadese (che per la precisione è di un Acer saccharum, quello dello sciroppo ).





Questo è invece un Acero campestre in Holland Park, sempre con bella foglia lobata ma soprattutto con bellissime disamare rosa, un piacere da ammirare.





Sempre all'interno di Holland Park, in uno splendido giardino giapponese donato a Londra come ringraziamento per l'aiuto fornito in occasione del terribile disastro di Fukushima, vediamo alcuni esemplari di Acero giapponese, caratterizzati dal fogliame rosso.



L'Acero, come spero che si deduca anche da queste foto, è un albero che merita attenzione ed apprezzamento. Spero che chiunque di voi abbia occasione, durante le ferie di agosto, di riconoscere Aceri sul suo cammino, dedichi loro uno sguardo di interesse.