Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone... Alberi rari in città

post del 23 giugno 2011 - Aberia caffra
post del 27 settembre 2012 - Acer saccharinum
post del 11 agosto 2011 - Clerodendrum trichotomum
post del 25 gennaio 2011 - Ficus religiosa
post del 20 ottobre 2011 - Paulownia tomentosa

domenica 26 ottobre 2014

La Monstera fiorita

La Monstera deliciosa fa parte a pieno titolo delle piante scappate di casa, quelle utilizzate per decenni come piante d'appartamento e che, complice il progressivo cambiamento del nostro clima verso quello sub tropicale, hanno scoperto di stare meglio all'aperto.

Ed è così che molti esemplari di Ficus benjamina, Ficus elastica, Schefflera arborea e appunto Monstera deliciosa hanno cominciato a dare molte più soddisfazioni ai proprietari nel giardino condominiale o in quello personale piuttosto che nel salotto di casa.

Ne abbiamo parlato in più occasioni; in particolare per la Monstera ho presentato un esemplare che stava per fiorire, in luglio (post del 16/7/11). Non mi era però ancora capitato di assistere ad una fioritura a fine ottobre, che vi presento oggi.


Eccola qua, la grande infiorescenza a spadice che contiene i fiorellini, circondata da una sorta di brattea bianco crema, la spata.

Questa infiorescenza appartiene ad una pianta che cresce in un giardino privato in via Canepa, traversa di via Palestrina; ha trovato modo di uscire dalle sbarre della recinzione, e si offre ai passanti in questo modo.



Ma questa fioritura non è un caso isolato in città: infatti anche un'altra Monstera, che vive in un giardino di via Sanna Randaccio, è in fase di fioritura, come si vede dalla foto.

Ed ancora una vista d'insieme dell'esemplare di via Sanna Randaccio, che è molto grande e scenografico.

Si può notare la dimensione delle foglie e l'assetto prostrato, tipico delle piante che non sono state dotate di tutori o che non si sono potute arrampicare su altre piante, come per esempio quella all'ingresso dell'Orto Botanico (post del 29/3/14).

In effetti nei suoi paesi d'origine dell'America Centrale la Monstera si arrampica sempre con le sue radici aeree, ed in questo modo può raggiungere altezze anche superiori ai 10 metri.

Detto che queste fioriture cagliaritane sono già una cosa straordinaria, soprattutto in questo periodo, non so se le nostre Monstere riescano a fare maturare i frutti, di forma conica allungata, verdi e simili allo spadice; pare che siano gustosissimi (ed il nome deliciosa lo dichiara), anche se hanno tempi di maturazione molto lunghi.