Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone... L'Orto Botanico, varietà e stagioni

post del 10 giugno 2011 - Dracaena draco
post del 23 luglio 2011 - Fior di Loto
post del 3 novembre 2010 - Ficus magnolioides
post del 5 settembre 2012 - Taxodium distichum
post del 26 ottobre 2012

giovedì 29 aprile 2021

Le Bauhinie giovinette fioriscono

 Possiamo forse ipotizzare un cambio della guardia, fra gli anziani esemplari di Bauhinia variegata della fine di viale Colombo e le sorelle giovinette di via De Gioannis (post del 20/5/19). Infatti, come avevamo già notato qualche anno fa (post del 1/8/16) i due esemplari di viale Colombo sono andati progressivamente degradando, per vecchiaia o per incuria, e forse ci abbandoneranno. 


  Invece le due giovinette di via De Gioannis, qui a sinistra l'esemplare con i fiori bianchi, appaiono decisamente in buona forma; sono ancora piccole, ma cresceranno.

Purtroppo, come abbiamo già notato, lo sfasamento temporale fra fioritura ed emissione delle nuove foglie non consente di godere appieno della bellezza di questi alberi, che si apprezza con l'apparato fogliare sviluppato solo in estate e fino ad autunno inoltrato (post del 17/10/19 e del 3/12/10). Non si può avere tutto, godiamoceli come due momenti di diversa bellezza!


 Ed ecco l'esemplare dal fiore rosa, la cui bellezza è come detto offuscata dalle vecchie foglie ancora presenti.

Ricordo che le foglie hanno un aspetto peculiare, essendo costituite da due lobi con apice inciso, ed i due lobi si muovono, aprendosi e chiudendosi a libro a seconda della luce che li colpisce.

Insomma un albero molto interessante, questa Fabacea nota anche come Albero delle Orchidee, che troviamo anche al Circu de Soli di Mulinu Becciu e sicuramente in altre recenti piantumazioni pubbliche, dato il rinnovato interesse che i nostri amministratori del verde pubblico gli hanno dimostrato.

E comunque ricordiamo, se andiamo a trovare le giovinette, che in  questo periodo a pochi metri abbiamo un'altra splendida fioritura, della grande e gloriosa Erythrina caffra (post del 31/3/11), che da sola "merita il viaggio". Se poi vogliamo completare l'uscita, possiamo spingerci fino a piazza Maxia, ed ammirare i Mirabolani a foglia rossa, prima che il troppo caldo li faccia soffrire.