Oggi il cesto dei post propone...

Oggi il cesto dei post propone...

Le piante che scappano di casa

}

lunedì 27 dicembre 2010

Scorci alle falde del Castello

Per la serie "angoli di città", che mi sono ripromesso di alimentare ogni tanto, ho scattato due foto che dimostrano una volta di più che miniera di bellezze botaniche e panorami sia la salita di Viale Regina Elena e lo strapiombo di Castello.

Oggi mi riferisco in particolare all'inizio della salita del Viale, dalla parte dello strapiombo, e precisamente allo sterrato che conduce all'ascensore per il Bastione ed all'ingresso posteriore della Terrazza Coperta. Purtroppo lo sterrato non è propriamente uno sterrato, ma è peggio, perchè è una terra di nessuno con residui di basolati in cemento armato, pericolosi e decisamente brutti: insomma uno spazio che da troppo tempo attende una sistemazione degna della bellezza del luogo.

E allora, dato che siamo qui a parlare di bellezze e non di brutture,
guardate a destra questo vecchio Carrubo (post del 2 dicembre): è splendido non tanto per le fronde e non solo per lo scenario di sfondo, ma per il tronco nodoso e pieno di curve e di anfratti. Ingrandite la fotografia per ammirarlo, è la testimonianza di una vita lunga e combattuta.


La foto di sinistra, ripresa più in basso nello sterrato, è curiosa: al centro troneggia il fusto dritto, alto e buffo, di una palma morta, o che comunque "non sta bene"; alla sua sinistra però la vita rinasce, perchè spuntano alcuni giovani polloni di Fitolacca Dioica (post del 31 ottobre), che è piuttosto comune in questa zona.
Sullo sfondo, abbarbicate alla loro maniera sulle pietre del muraglione, le piantine di cappero, Capparis Spinosa, eleganti anche se prive attualmente dei fascinosi fiori.